FANDOM


Template:Infobox book La Dimora Fantasma è un romanzo di Steven Erikson. Pubblicato nel 2000 in Gran Bretagna e Canada è stato pubblicato nel 2005 negli Stati Uniti e in Italia.

Una seconda edizione è stata pubblicata in Italia nel 2015. La Dimora Fantasma è il secondo volume della saga Il Libro Malazan Dei Caduti.

SinossiModifica

Nel vasto dominio di Sette Città, nella Deserto Sacro Raraku, la veggente Sha'ik raccoglie un esercito intorno a lei in preparazione per la rivolta a lungo profetizzata chiamata il Vortice. Senza precedenti nella sua dimensione e ferocia, convoglierà in uno dei più sanguinosi conflitti che si siano mai visti: un vortice di fanatismo e sete di sangue che daranno forma al destino e daranno vita a leggende. 

Nelle miniere Otataral Felisin, figlia più giovane della casata, caduta in disgrazia, di Paran, sogna la vendetta contro la sorella che l'ha condannata a una vita in schiavitù. La Fuga la porta a Raraku, dove rinascerà e la sua anima ed il suo futuro le saranno chiaro. Gli Arsori Di Ponti sono ormai fuori legge, il Violinista e l'assassino Kalam hanno promesso di restituire Apsalar, che una volta era posseduta da un Dio alla sua patria, e di affrontare e uccidere l'Imperatrice Laseen; ma il destino sovrasterà anche loro. Nel frattempo, Coltaine, il carismatico comandante della 7 ° Armata Malaz, porterà le sue truppe stanche della guerra in un ultima battaglia, una fuga coraggiosa per salvare la vita di trentamila profughi e, così facendo, garantire un posto illustre nell'impero. E in questa terra maledetta vagano due antichi viandanti, Mappo e il suo compagno mezzo Jaghut, Icarium, portatore di un segreto devastante che minaccia di liberarsi delle sue catene.

FrontespizioModifica

DedicheModifica

Questo romanzo è dedicato a due gentiluomini  : David Thomas jr , che mi ha dato il benvenuto in Inghilterra presentandomi ad un certo agente e Patrick Walsh l'agente cui mi ha presentato. Nel corso degli anni mi hanno dimostrato molta fiducia per cui li ringrazio entrambi.

RingraziamentiModifica

Con la più profonda gratitudine , ringrazio per il loro sostegno : il personale del Café Rouge di Dorking (avanti con quei caffè...) ; la gente di Psion , la cui straordinaria 5 Series ha fatto da sede alla prima stesura di questo romanzo ; Daryl e compagnia al Café Hosete ; e , naturalmente , Simon Taylor e gli altri alla Transworld. Alla mia famiglia e ai miei amici , grazie per la vostra fiducia e il vostro incoraggiamento , senza i quali ogni mio risultato conta ben poco. Grazie anche a Stephen e a Ross Donaldson per le loro parole gentili , a James Barclay , e Sean Russell e ad Ariel. Infine , un grande grazie a quei lettori che si sono dati la pena di riferire i loro commenti su vari siti web : scrivere è un'attività solitaria , ma voi avete alleviato quella solitudine .

MappeModifica

TramaModifica

Template:Chapters dg La Dimora Fantasma inizia qualche mese dopo la conclusione di Giardini della luna, anche se pochi personaggi e praticamente niente dell'ambientazione faccia da collegamento tra i due romanzi. La sottotrama principale di Memorie di Ghiaccio, il terzo romanzo della serie, si svolge parzialmente in contemporanea con quella de La Dimora Fantasma

Prologo e RarakuModifica

Felisin Paran, la sorella più giovane di Ganoes Paran, uno dei protagonisti del romanzo precedente, e di Tavore Paran, il nuovo Aggiunto dell’Imperatrice Laseen, rimane coinvolta in una purga della nobiltà da parte di Laseen, che intende rimuovere i centri rivali di potere. Felisin fa conoscenza con Baudin, un criminale, e Heboric, un Alto Sacerdote di Fener, un dio della guerra, che è stato scomunicato e punito con il taglio delle mani. I tre sono mandati a una miniera di Otataral (un minerale che annulla la magia) lungo la costa del continente delle Sette Città, dove Felisin offre il suo corpo all’autoproclamatosi capo degli schiavi Beneth in cambio di protezione per il trio, e diventa dipendente dal narcotico durhang.

Nel frattempo , Icarium , mezzo-Jaghut , inventore immortale e guerriero il cui passato distruttivo è stato rimosso dalla sua memoria per proteggere il mondo , viaggia in compagnia di Mappo Runt , un guerriero Trell il cui compito è quello di monitorare la rabbia di Icarium. I due sono coinvolti in una battaglia fra Soletaken e D'ivers , mutaforme che possono assumere le sembianze di animali che seguono il Percorso delle Mani il quale può donare loro il dono dell'Ascendenza e diventare Divinità. I due in mezzo alla battaglia trovano la strada per il tempio di Iskaral Pust , un Alto Sacerdote dell'Ombra , il quale sembra essere pazzo.

Intanto, il capo-guerriero Wickan Coltaine prende il controllo della Settima Armata dell’Impero Malazan, con l’ordine di scortare i civili Malazan delle Sette Città fino alla capitale imperiale del continente in Aren, a centinaia di miglia di distanza, a piedi, per proteggerli dalla prevista ribellione delle Sette Città guidata da Sha’ik, una profetessa nel Sacro Deserto di Raraku. Il Gran Pugno del continente, Pormqual, rifiuta di mandare un convoglio navale, preferendo tenerlo al sicuro nella stessa Aren. Lo storico imperiale Duiker accompagna la Settima. 

Intanto Fiddler, Kalam, Corkus e Apsalar (che prima si faceva chiamare Dispiacere), in seguito agli eventi di Giardini della Luna, sbarcano a Ehrlitan, una delle Sette Città. La loro missione iniziale era di riportare Apsalar al suo villaggio natale, ma Kalam e Fiddler ora progettano di uccidere l’Imperatrice per contrastare il suo crescente potere sfruttando la ribellione delle Sette Città come copertura per Kalam di farsi strada verso di lei. Fiddler incontra un Sognatore Tano, un mago che usa canzoni per fare incantesimi, che gli offre un canto di potere che potrebbe garantire l’ascensione agli Arsori di Ponti, che lui ritiene abbiano combattuto onorabilmente nella guerra disonorevole che il loro impero aveva intrapreso per conquistare le Sette Città. Kalam, un nativo delle Sette Città, entra in contatto con la persistente ribellione al dominio Malazan, e accetta di consegnare il Sacro Libro di Dryjhna, che scatenerà l’Apocalisse della ribellione, a Sha’ik in Raraku. Kalam è seguito da un capitano lealista della Spada Rossa, Lostara Yil, che scopre la sua missione. Yil segue Kalam fino a Sha’ik, lo vede consegnarle il Libro dell’Apcalisse e ricevere il dono di un demone aptoriano come guardia del corpo, quindi uccide Sha’ik dopo che Kalam se ne è andato, nonostante la presenza dei guardiani di Sha’ik, Leoman delle Fruste e Toblakai. Mentre Fiddler, Crokus e Apsalar viaggiano separati attraverso il Raraku, le memorie di Apsalar gradualmente confermano che la Corda, il dio patrono degli assassini, che l’aveva posseduta come Dispiacere, non è altri che Danzatore, l’assassino del precedente Imperatore Kellanved, e che Kellanved e Danzatore devono essere sfuggiti al tentativo di assassinio di Laseen ascendendo alla divinità attraverso il nuovo Canale e Casa dell’Ombra.

VorticeModifica

Baudin e Heboric si organizzano, con l'aiuto di Duiker, per fuggire dalle miniere durante un ammutinamento degli schiavi e danno a Felisin la possibilità di andare con loro e lei accetta. Nella rotta verso la costa, Heboric trova un pilastro di giada enorme che si rivela essere solo il dito di una statua enorme, e la tocca con i moncherini delle sue mani, che attrae il suo Dio Fener nel regno mortale. Fener fugge e le mani di Heboric diventano tangibile, mescolando il suo Denul Warren con le proprietà magiche mortali dell' otataral. Duiker invia il mago Kulp su una barca Malazan per recuperare il trio dall'isola di otataral, ma il gruppo finisce nel labirinto acquatico di un mago pazzo in cui salgono a bordo del Silanda su cui si trovano dei rematori senza testa Tiste andii ancora in grado di accettare comandi e probabili cadaveri Tiste Andur nella cabina del capitano. Presto incontrano guerrieri logros T'lan Imass guidati della Divinatrice Hentos Ilm che inseguono una preda senza nome che informa gli umani che sono nel Kurald Emurlahn, il Tiste Edur, un Canale Antico. Uno dei T'lan Imass si sacrifica per sanare la breccia nel labirinto, e l' Imass prende una delle teste, ma lascia gli umani libreri di trovare la propria via d'uscita.

Pust dice a Icarium e Mappo che Sha'ik è risuscitata e un enorme muro di sabbia vorticoso circonda Raraku e i venti all'interno rivelano strade sepolte, strutture e le prove che il deserto era una volta costa. Escono a cercarla e trovano invece Fiddler, Crokus, e Apsalar, che hanno attraversato la strada attraverso le tempeste, inseguitori ribelli e la battaglia dei mutaforma in corso. La compagnia torna al tempio di Pust, dove il suo servo risulta essere il padre di Apsalar, trasportato li non si sa come dell'attacco di un segugio dell'ombra all'inizio dei Giardini della Luna. Fiddler, Crokus, Apsalar e il servo partono per Tremorlor, che può offrire un percorso per la Dimora Fantasma, il corrispondente della Casa Azath a Malaz, dove regna Laseen.

Coltaine sconfigge l'esercito ribelle di Hissar, la città in cui prende il comando del 7 ° e inizia la marcia verso Aren che viene ad conosciuta come la Catena Dei Cani. Kamist Reloe, un Alto Mago dell'impero si ribella per condurre un secondo esercito contro i rifugiati di Coltaine. Gli Wickans di Coltaine sconfiggono una delle tribù di Kamist Reloe, anche se in inferiorità numerica sette a uno quindi Duiker si convince che per Coltaine significa fare di più che una semplice fuga dalla ribellione. Quando i rifugiati sono catturati in un largo fiume tra due eserciti, Coltaine insiste sul non dare ai nobili Malazan sotto Nethpara un trattamento speciale, nonostante le loro proteste e si scopre che ha insistito per l'invio dei carri dei feriti attraverso il fiume in primo luogo per nascondere la posa di una strada sotto l'acqua che i suoi genieri poi faranno esplodere quando l'esercito contadino comincerà ad attraversare il fiume dietro i rifugiati in fuga, mentre Coltaine raggruppa le sue forze per sconfiggere l'esercito in vista dei rifugiati. Gli stregoni di Coltaine, guidati da Sormo E'nath, sconfiggere un dio tribale Semk allentando gli spiriti della terra contro di essi.

Kalam si dirige a sud verso Aren, accompagnato da Apt e perseguita da Yil. Egli viene a conoscenza di un traditore Jhistal nel campo di Pormqual ad Aren dai ribelli che colpisce di unirsi mentre viaggia, e si unisce a una famiglia Malazan in fuga verso Aren dopo che l'hanno aiutato a sconfiggere i ribelli,una famiglia composta da un capitano Keneb e Minala la sorrella di sua moglie, entrambi guerrieri.

Catena dei CaniModifica

Mappo rivela al Violinista di aver trovato, insieme ad Icarium, iscrizioni che richiamano il Mazzo dei Draghi nel tempio di Pust ma raffiguranti le antiche Fortezze al posto delle moderne Case; il sospetto è che il Sentiero delle Mani dei mutaforma potrebbe finire al tempio stesso e che Pust speri di sfruttare Mappo ed Icarium per difenderlo. Servo si avvia verso quello che dovrebbe essere il luogo della rinascita di Sha'ik, inseguito da Icarium, Mappo, il Violinista, Crokus e Dolente i quali credono che Pust, Tronod'Ombra e Cotillion potrebbero voler sostituire Dolente a Sha'ik come profetessa della ribellione, così da attirare Laseen allo scoperto ed ucciderla

Kulp riesce ad aprire uno squarcio dal Kurald Emurlahn al suo canale, Meanas, attirando l'attenzione di un drago non morto Soletaken, il quale gli concede il potere per guarire la ferita tra i due canali. Il drago guida la Silanda in un canale di fuoco e Kulp, Heboric, Baudin e Felisin cadono, o si lanciano, dalla nave verso la salvezza nel loro mondo natale, vicino a Raraku, mentre la nave in fiamme continua il suo viaggio attraverso i canali. Stormy, Truth e Gesler, che avevano accompagnato Kulp, rimangono invece intrappolati a bordo. L'eroico salvataggio di Felisin da parte di Baudin rende Heboric e Kulp sospettosi, costringendolo Baudin ad ammettere di essere una Grinfia mandata da Tavore per proteggere la sorella. La compagnia si rifugia in un complesso di caverne nel tentativo di sfuggire al vortice di Raraku, questo li porta a scoprire un'antica città T'lan Imass, del Primo Impero, distrutta nel giro di poche ore dallo scoppio di un conflitto tra Soletaken e D'ivers. Il gruppo scopre anche segnali che indicherebbero il trono della Fortezza delle Bestie come vacante. Dopo aver lasciato la città incontrano un mago che si fa chiamare Nawahl Ebur il quale, tuttavia, si rivela essere Gryllen, un D'ivers. Gryllen divora Kulp ma viene ferito e messo in fuga da Baudin. La Grinfia tuttavia viene gravemente ferita e lasciata indietro da Felisin ed Heboric, i quali finiscono per incontrare Leoman e Toblakai a guardia del cadavere di Sha'ik; i due riconoscono Felisin come la rinata Sha'ik, ruolo che la ragazza decide di accettare.

Con acqua sempre più scarsa e costantemente sotto pressione da parte dei ribelli, il gruppo di Coltaine si avvicina al fiume P'atha. Ad un certo punto i maghi Nil e Nether aprono un passaggio in un campo di ribelli nel tentativo di distruggerlo, finendo per rivelare una riserva d'acqua sotterranea, e scoprendo che un membro della tribù Semk porta cucito dentro di sé un pezzo del loro ormai distrutto dio. All'attraversamento del P'atha, Nil e Nether sacrificano una cavalla per garantire alla cavalleria di Coltaine la forza di caricare la rampa artificiale di Kamist Reloe. Questo avviene anche grazie all'aiuto dei ribelli zappatori, i quali si erano nascosti nelle vicinanze la notte precedente. I soldati di marina si occupano della difesa dei feriti, mentre una banda Wickan del Clan della Donnola a difesa dei rifugiati, si scontra con i ribelli, finendo per metterli in rotta, non senza riportare alcune perdite tra i rifugiati, e poi attacca il fianco di un'altra banda nemica che cercava di fiancheggiarli, mettendola in fuga.

Kalam e compagni usano una pietra, datagli da Ben lo Svelto, che gli garantisce accesso al canale imperiale pieno di cenere ed ossa, sfuggendo ad una delle armate ribelli di Korbolo Dom. L'artiglio Pearl si accorge della breccia nel Canale Imperiale e si incontra con Lostara Yil. Apt, sotto richiesta di Kalam, salva mille trecento bambini Malazan crocifissi dall'armata di Korbolo Dom e li trasferisce nel Canale Dell'Ombra. Sceglie uno di loro, Panek, per unirsi a lei e cavalcarla. Assieme trovano e seguono Pearl e Yil nel Canale Imperiale, che  intervengono segretamente in aiuto del 7° durante l'incursione notturna al campo ribelle contro il guerriero-dio Semk. I due si trovano in seria difficoltà,ma all'improvviso compare Apt che si scaglia sul condottiero semk ferendolo gravemente. Kalam e compagni escono dal Canale Imperiale in Aren, dove gli giunge voce che Salk Elan, il quale sostiene di essere un amico di Kalam, starebbe aspettandolo con una nave. Nonostante i suoi sospetti, Kalam non ha altra scelta se non investigare sulla faccenda. Al suo arrivo ad Aren, Yil e le Spade Rosse vengono messi sotto custodia, per sospetto tradimento. Keneb si unisce alla guarnigione della città.

Modifica

File:Awakening the Whirlwind.jpeg
Icarium trova uno dei suoi dispositivi di misurazione del tempo intatto e vecchio di 94.000 anni nel bel mezzo di una città distrutta del Primo Impero, ma accetta le rassicurazioni Fiddler e Mappo sul fatto che un ascendente o un Dio sia il responsabile della distruzione. Apsalar e Servitore guidano Fiddler, Crokus, Icarium e Mappo fino alla soglia di ciò che Iskaral chiama un pezzo strappato e annodato di un Canale a cui il suo falso Percorso delle Mani ha guidato i mutaforma ma vi entrano in mode che Servitore possa utilizzare ciò che è presente all’interno per portarli a casa.

All'interno del labirinto trovano la Casa Azoth Tremorlor. Icarium è in grado di dire che la casa è assediata dai mutaforma e il labirinto è danneggiato e intende combattere per difenderla. Mappo teme che l’Azath catturerà Icarium, cosa che i Senza Nome che lo hanno scelto per custodire il segreto vedrebbero con favore. Icarium percepisce la sua esitazione e dice a Mappo sarebbe disposto a morire per lui; allora Mappo racconta a Icarium la verità sulla città del Primo Impero.

Icarium dice a Mappo di lasciare che la Casa lo tenga se lo catturerà, anche se ciò significherebbe prigionia eterna. I Segugi dell'Ombra si uniscono a loro mentre si avvicinano alla Casa attraverso la battaglia nel suo labirinto circostante e cercano di catturare Icarium dopo che ha sconfitto alcuni mutaforma, ma Mappo, Violinista e perfino Apsalar minacciano di proteggerlo, e Pust è costretto ad accordarsi di concedere Icarium all’Azath pur non prendere i Segugi. La conchiglia di Fiddler con la sua canzone Tano e le munizioni sono consegnate da Ben Lo Svelto con l'aiuto della Gilda Commerciale Trygalle per trattenere i mutaforma, come anche fa il bhoka'rala di Crokus che si rivela essere un demone soletaken che diventa il custode di Tremorlor dopo aver l’apertura della porta.

L'interno di Tremorlor è come una mappa di tutte le Case Azath, e Pust e quindi Icarium e Mappo scompaiono in altre parti del mondo prima che Fiddler, Crokus, Servitore e Apsalar trovino la strada per Malaz, dove il Guardiano della Dimora Fantasma Gothos rivela che Icarium è suo figlio e il suo crimine è stato quello di danneggiare un Canale nel tentativo di liberare Gothos dall'Azath (sebbene fosse stato Gothos a voler stare lì). (più tardi Pust, tornando a casa, trova il ragno d'ivers Mogora nascosto nei suoi vestiti ma non interessato al Percorso delle Mani e vede il drago T'lan Imass Bonecaster guardiano del vero cancello al suo tempio andarsene in un Canale.)

Kalam incontra Salk Elan ed apprende che la Ragstopper e tutta la flotta di Aren è stata confiscata e l'ammiraglio Nok arrestato dal Pugno Pormqual, che progetta di fuggire via mare. Minala si intrufola a bordo di una nave commerciale che segue la Ragstopper, messa da Pormqual sotto la custodia del suo tesoriere. Il tesoriere si rivela essere in combutta con il perseguimento "pirati" ed Elan e Kalam lavorare con i Marines a bordo per sventare il suo piano. Kalam ha la sensazione che il capitano è sotto un incantesimo di non dirgli qualcosa di importante, così ha contatti rapida Ben di aiuto che dice che la nave è davvero sotto un glamour di confusione e che cercherà di ottenere aiuto per Fiddler e società come si avvicinano Tremorlor a causa delle tane attivi. La nave arriva a Malaz City e Elan si rivela Pearl e che anche se l'imperatrice vuole parlare con Kalam l'Artiglio si prende cura del proprio business e trafigge Kalam e lo getta in mare per affrontare tre mani degli artigli in città, e Minala lo raggiunge e aiuta. Apt e Panek sembrano forzare Pearl a ritirarsi prima che possa uccidere il capitano e l'equipaggio della Ragstopper; compagno del capitano si riferisce a lui come "Carther" prima che il capitano lo ferma. Kalam raggiunge sala delle udienze del Laseen dove sta nascosta mentre lui la accusa di aver ucciso i Bridgeburners deliberatamente (lei nega), mettendo al bando Dujek (è un trucco), uccidendo Dassem Ultor (vero, ma ha minacciato la guerra civile), uccidendo Ballerino e Kellenvad (vero, ma l'Impero richiesto), e l'incompetenza nelle sette città (la vendetta è in corso di realizzazione); lascia dopo aver sentito la sua difesa. Apt e il gruppo di Fiddler appaiono come Kalam e Minala lasciano attesa di Mock e Shadowthrone li prende in ombra per salvarli dalle grinfie che sono ancora dopo Kalam. Apsalar, Crokus, e Servo chiedere di andare a casa di Apsalar in Itko Kan; Kalam e Minala uniscono Apt nella nuova casa Ombra labirinto di 1300 bambini crocifissi; e Fiddler ri-arruola per unirsi host del Tavore.

Coltaine rifiuta la richiesta dei nobili di recuperare Ubaryd, Duiker crede che sia perché Korbolo Dom è un generale esperto e una minaccia più grande, mentre Kamist Reloe era solo un mago. Coltaine rende gli ex schiavi soldati del Settimo Reggimento. Quando la Catena raggiunge il fiume Vathar, ci sono Silanda Stormy e Gesler che scoprono la verità e prendono i feriti più gravi a bordo. Uno degli ufficiali di Coltaine riconosce Gesler come un ex capitano e quando Gesler minaccia di colpirlo se verrà nuovamente promosso Coltaine colpisce Gesler e si rompe la mano; Nil conclude che Gesler, Stormy e la Truth sono quasi ascesi. Coltaine rifiuta un'offerta da Korbolo Dom per far passare i profughi attraverso il fiume, ma i nobili e i rifugiati lo attraversano comunque e Korbolo Dom invia gli arcieri su ponti galleggianti per ucciderli. I cacciatori di Coltaine sono tra i rifugiati e ne salvano molti, così come anche Sormo che viene ucciso in combattimento. 20.000 rifugiati muoiono. Coltaine promuove un soldato particolarmente efficace a sergente solo per sapere che è fedele al proprio capitano - e questa scena dimostra che Duiker aveva ragione, che quando si passa attraverso l'orrore si condividono lacrime e sorrisi. Passato il fiume Vathar la Catena passa attraverso i resti di una guerra tra Jaghut e T'lan Imass. La Gilda di scambi di Trygalle arriva via Canale per fornire cibo e acqua grazie a Dujek e amici a Darujhistan e una bottiglia per Coltaine da rompere contro il suo petto quando arriva il momento ("non sottovalutare mai l'Imperatrice") e tutti i presenti capiscono che il presunto tradimento di Dujek è una messinscena e combatte accanto ai suoi antichi nemici contro il Dominio di Pannion all'ordine dell'imperatrice. Una delle tre tribù che affronta la Catena attacca le altre due e l'esercito di Dom, sconfiggendo le tribù ma non l'esercito e dichiara i Wickans la tribù più potente dopo esser sopravvissuti alla lotta. La Catena continua a sud, sospesa dalle forze di Dom; Coltaine invia i rifugiati a comprare il passaggio con una tribù per Aren mentre i Wickans e persino il capo ferito lottano per coprire il loro ritiro. Coltaine insiste sul fatto che Duiker mantenga la bottiglia che Dujek gli ha mandato perché è più importante che la memoria dell'Impero sopravvivi oltre i suoi soldati. Le porte di Aren aprono ai rifugiati ma l'esercito di Pormqual non fa nulla per coprire il loro viaggio. Kamist Reloe infine cattura Coltaine davanti alla città e lo crocifigge, ma l'arciere Squint lo uccide dal muro della città, sollecitando Duiker, e migliaia di corvi arrivano per portare via il suo spirito (che nell'epilogo entra nel corpo di un infante già immobile in un pancia di una vedova Wickan). Mallick Rel sollecita Pormqual a fronteggiare Dom piuttosto che aspettare una settimana per la flotta di Tavore. L'esercito è circondato e si arrende alla richiesta di Rel.

Quando Duiker si riferisce a Rel come Jishtal, Keneb ricorda Kalam riferendosi a lui come un traditore Jhistal in Aren, e Keneb fugge ad Aren. Dom crocifigge Duiker e altri 10.000 soldati. Icarium e Mappo usciranno più tardi dalla guerra nella Dimora Azath ad Aren per trovare Stormy, Gesler e la Truth che cercano il cadavere di Duiker tra quelli crocifissi ma i bhok'arala di Baruk di Darujhistan lo trovano prima e prendono la bottiglia con il suo spirito racchiuso e anche il suo corpo. Icarium ha perso la memoria della maggior parte degli eventi del libro e lui e Mappo continuano il loro viaggio.


Felisin e Heboric si recano all'oasi di Sha'ik con Leoman e Toblakai, che Heboric dice porta anime incatenate. Felisin dice agli altri di aprire il libro sacro: Leoman non vede nulla, Toblakai piange, e Heboric rifiuta di toccarlo e disarma e getta Toblakai quando lo attacca per lui. Felisin dona i vestiti di Sha'ik e usa qualcosa della potenza della dea leggendo i pensieri dei Maghi Alti: Bidithal abusava Sha'ik come un bambino, Febryl tentò di avvelenarla tre volte, e l'orico è un enigma, ma tutti si inginocchiano prima con la folla alla fine. Felisin accetta la potenza della dea, ma non si dona completamente e adotta una giovane ragazza e nomina il suo Felisin. Il Whirlwind risulta essere una guerra che gli eserciti di Sha'ik possono usare per viaggiare velocemente. Felisin / Sha'ik e il suo esercito percorrono la guerra per sapere che Dom non ha preso Aren e ritornato a Raraku per aspettare l'avanzamento di Tavore ai propri termini.

Cover Art Gallery Modifica

Note e RiferimentiModifica

Template:Books

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.